Monorotaia

IL sistema di trasporto SICURO-VELOCE-NON INQUINANTE

Centinaia di migliaia di persone ogni giorno in tutto il mondo usano monorotaie per vaggiare allora perche’ sono ancora cosi’ poco conosciute e usate specialmente in Italia?

1) Storia della Monorotaia

2) Monorotaia oggi

3) Vantaggi rispetto ad altri mezzi

4) Sviluppo della Monorotaia in una citta’ come Genova

5) Futuro

6) Links

STORIA DELLA MONOROTAIA

La prima monorotaia fu costruita a Cheshunt in Inghilterra nel 1825, era usata per il trasporto dei mattoni, il meccanismo di trasporto si trovava in alto e veniva trascinata da cavalli.

Nel 1926 a Huriel in Francia venne realizzata la monorotaia di Larmanjat , essa prevedeva
una rotaia centrale a cui il veicolo era vincolato e due ruote laterali che fornivano la spinta data da un motore a vapore.

monorotaia di larmanjat

La prima Monorotaia costruita in Italia fu nel 1914 a Genova in occasione dell’ Esposizione Internazionale intitolata Igiene, Marina e Colonie.

Con il divampare della prima Guerra Mondiale venne smantellata.

Consisteva di tre rotaie una portante sulla sommita’ e due laterali.

la monorotaia di Genova

La maggior parte delle monorotaie vengono usate in ambito minerario e di trasporto materiali e non di persone questo fino al 1950.

Le prime vere Monorotaie vennero costruite dopo il 1950 con il sistema Alweg, una delle prime fu proprio quella di Torino in Italia nel 1961 fu usata pochissimo e poi smantellata (tipico spreco italiano).

monorotaia di Torino

 

Il sistema Alweg detto anche monorotaia di tipo ferrovia a sella consiste in una trave di cemento armato o acciaio su cui scorrono tre paia di ruote in gomma dentro ad oppurtune sedi, una portante in alto e due laterali conduttrici che muovono il mezzo

.sistema a monorotaia

 

monorotaia

 

MONOROTAIA OGGI

Nella citta di San Paolo in Brasile e’ prevista la costruzione di 100 chilometri di Monorotaia.

-La prima linea (chiamata linea 2 verde) di 24 km sara’ finita per il 2012, avra’ ben 17 stazioni e 54 treni di 7 carrozzeogniuno.

-La seconda linea (chiamata linea 17 oro) di 18 Km sara’ finita per il 2014 ed avra’ ben 18 stazioni e 24 treni.

-La terza linea (chiamata linea 16 argento) di 8,3 km sara’ finita per il 2015 ed avra’ ben 10 stazioni e 13 treni.

Una portata minima delle tre linee di 2200 passeggeri a viaggio ogni 5 minuti. Ed in seguito le successive espansioni.

Noi intanto stiamo a sognare (Genova, metropolitana di 8 km in 40 anni).

monorotaia di San Paolo in Brasile

Monorotaia di Mosca.

Finita nel 2005 percorre circa 4,7 km ed ha 6 stazioni, purtroppo le condizioni climatiche invernali estreme non sono l’ ideale per questo tipo di veicoli.

monorotaia di Mosca

 

Monorotaia di Tokyo.

Ha iniziato a funzionare nel 1964 con una percorrenza di 17,8 km e 11 stazioni, con circa 138.000 passeggeri al giorno.

monorotaia di Tokyo

 

Monorotaia di Sidney.

Aperta nel 1988 con una lunghezza di 3,8 km nel centro cittadino e 8 stazioni, tasporta circa 11.000 persone al giorno.

monorotaia di Sidney

 

Monorotaia di Seattle.

Inizio’ a funzionare nel 1962 con un tragitto di soli 1,5 km e 2 stazioni, trasporta circa 2,5 milioni di persone all’ anno.

 

Monorotaia di Daegu in Sud Corea.

Verra aperta nel 2014 avra’ piu’ di 30 stazioni su un percorso di 24 Km.

monorotaia in sud corea

Altre decine di Monorotaie sono costruite o in costruzione in tutto il Mondo meno che in Italia.

 

Ad esempio ad Instambul (Turchia) si stanno realizzando ben 8 linee di monorotaia per un percorso si ben 47 KM

 

VANTAGGI RISPETTO AD ALTRI MEZZI

si1) Rimane sospesa ad alcuni metri da terra.

La monorotaia di Las Vegas e’ stata aperta nel 2004, con un percorso di 6,3 km e 7 stazioni trasporta circa 30.000 passeggeri al giorno.

si2) Non intralcia il traffico cittadino.

si3) Non sono possibili incidenti con mezzi o persone.

di seguito le immagini di alcuni incidenti con l’ autobus :

incidenti con autobusincidenti con autobus

incidenti con autobusincidenti con autobus

incidenti con autobus

di seguito le immagini di incidenti in tram :incidenti con il tram

incidenti con il tram

di seguito incidenti con la metro :

incidenti con la metro

si4) Non deve rispettare precedenze o semafori ma ha sempre la via libera

monorotaia via libera

si5) Non inquina la citta’ dato che va’ ad energia elettrica.

si6) Puo’ trasportare contemporaneamente centinaia di persone.

interno metropolitana

si7) Puo’ essere attrezzata per passare ogni 5 minuti alla singola fermata.

si8) La costruzione e la manutenzione costa infinitamente meno che una metropolitana o un sistema ferroviario.

si9) E’ poco rumorosa.

si10) E’ possibilie realizzare le fermate dentro palazzi o musei o centri commerciali o per interscambio con altri mezzi di locomozione.

stazione

stazionestazione

 

stazionestazione

si11) Al di sotto del tracciato della Monorotaia puo’ scorrere normalmente il traffico, ci possono essere vie pedonali, parcheggi, giardini ecc. ecc.

trafficotraffico

traffico

traffico

si12) Puo’ passare tranquillamente sopra fiumi, in gallerie, su pendii ecc.

si13) Puo’ essere completamente computerizzata e automatizzata.

stanza di controllostanza di controllo

si14) Un solo traliccio puo’ ospitare due monorotaie , per l’ andata e il ritorno contemporaneo dei passeggeri con una ridotta occupazione di suolo pubblico.

monorotaia due vie

integrazione con autostrade

si15) E’ facilmente progettabile, realizzabile, in tempi brevi, con spese contenute, facile manutenzione, bella esteticamente.

si16) Possono essere creati punti di interscambio fra varie monorotaie in modo da coprire piu’ territorio possibile nel minore tempo possibile.

si17) In caso di guasto e’ molto piu’ facile intervenire al contrario di quello che succede ad esempio in metropolitana sottoterra.

sistemi di emergenza

ad esempio questo e’ un sistema di emergenza tipo quello presente sugli aerei per l’ evaquazione delle persone in caso di guasto alla linea. O con appositi carrelli autonomi che porterebbero le persone alla prima stazione vicina.

si18) L’ altezza da terra non deve essere per forza elevata si puo’ andare dai tre metri in su in base alle esigenze territoriali

monorotaia

si19) E’ un metodo bello e innovativo per visitare una citta’, piuttosto che sottoterra con le metropolitane, si potrebbero percorrere intere citta’ vedendone i luoghi caratteristici comodamente seduti, senza traffico e a modico prezzo.

monorotaia

monorotaia

si20) Una citta’ che investisse nella Monorotaia ne avrebbe sicuramente un ritorno di immagine, ecologica, turistica ed economica.

monorotaia vicino ad un fiume

si21) Per aumentare i guadagni ed abbassare i prezzi del biglietto possono essere ricoperte le singole vetture con adesivi pubblicitari.

SVILUPPO DELLA MONOROTAIA (es: su Genova) in cima

Attualmente a Genova esiste la Metro cosi’ composta:

Brin – Dinegro: 2,5 km

Dinegro – Principe: 0,5 km

Principe – Darsena: 0,6 km

Darsena – S. Giorgio: 0,7 km

S. Giorgio – De Ferrari 1,2 km

metropolitana

 

7 stazioni, lunghezza circa 5,5 Km quasi 10milioni di viaggiatori l’ anno.

E’ previsto per il futuro il collegamento con Brignole e in seguito fino a Marassi davanti allo stadio.

La Metropolitana di Genova inizio’ la sua costruzione nel lontanissimo 1990 e ancora adesso e’ in lentissima evoluzione, ci vorranno forse altri 20 anni prima di arrivare a Marassi.

l costo poi dell’ opera finita cioe Brin – Marassi? sara’ costato la fantastica cifra di circa 1 miliardo di Euro ( per meno di 8 km totali di percorso ).

Con questo ritmo per ripagare l’ opera ci vorranno 100 anni di viaggi.

mappa della metropolitana

Che spesa vanagloriosa e inefficente con gli stessi soldi poteva essere realizzata una Monorotaia doppia da :

Linea 1 (linea verde)
[Nervi – Brignole – Principe – Sampierdarena – Cornigliano – Sestri Ponente – Pegli – Voltri]
con previste circa 60 fermate.

 

Linea 2 (linea blu)
[Foce – Val Bisagno – Struppa] con previste circa 30 fermate.

 

Linea 3 (linea rossa)
[Sampierdarena – Val Polcevera – Bolzaneto – Pontedecimo] con previste circa 20 fermate.

Linea 4 (linea gialla)
[Brignole – Via XX settembre – Manin – Casella] con previste circa 20 fermate.

Linea 5 (linea marrone)
[Circonvalazione monte] da Sampierdarena alta fino a Manin con previste circa 20 fermate.

monorotaia in corso italia

Esempio di come potrebbe essere la monorotaia in Corso Italia
e un’ altro troncone potrebbe passare in Corso Europa.

In 20 anni avremmo potuto avere una citta’ con collegamenti elettrici, non inquinanti, veloci, pratici, silenzioni, a tariffe ridotte per cui tantissimi avrebbero ben volentieri rinunciato a macchina e moto per il servizio pubblico.

monorotaia in periferia o in periferia

Ma non sarebbe finito qui ad esempio da Casella una Monorotaia avrebbe potuto congiungersi con Busalla (Linea 6 viola con previste 10 fermate) e paesi vicini, in tutte le valli, la Valpolcevera e la Val Bisagno potevano nascere nuovi tronconi per gestire le localita’ vicine.

monorotaia a corniglianoo ad esempio in via Cornigliano e dintorni.

Pensate via Cornigliano, due file di alberi ai lati, panchine e in mezzo una doppia monorotaia che scorre tranquillamente portando i cittadini, senza inquinamento, che bello sarebbe.

Il costo della costruzione di una Monorotaia compreso di carrozze si aggira dai 20 ai 30 milioni di euro a Km contro i piu di 100 milioni a km della Metro, per cui con 1 miliardo di euro avremmo costruito la bellezza di 30-50 Km di Monorotaia nel giro di 10 anni invece dei circa 8 Km di Metro [Brin – Marassi?] 1990-2030 cioe’ 40 anni.

Per di piu’ un sistema cosi’ efficente e diramato avrebbe fatto affluire i viaggiatori in gran numero contenti di lasciare moto e auto a casa per un sistema molto piu’ rapido e veloce poco costoso e con zero emissioni inquinanti.

Se per la tratta Brin – De Ferrari si parla di 10 milioni di viaggiatori annui, per la Monorotaia estesa a tutta la citta’ si parlerebbe provabilmente di 100-200 milioni di viaggiatori annui.

Il biglietto poteva cosi costare solo 0,5 Euro invece degli 1,5 euro attuali e la spesa di costruzione iniziata negli anni 1990 a quest’ora sarebbe provabilmente gia’ stata completamente ripagata, anche grazie alla publicita’, incremento del turismo essendo l’ unica citta’ del mondo (anno 2000) con una monorotaia cosi’ estesa.

Pero’ in Italia il benessere di pochi viene sempre messo davanti al bene dei tanti, ed il costo viene sempre fatto pagare ai tanti.

MONOROTAIA PER GENOVA

FUTURO

Un progetto di Renzo Piano sul futuro di Genova prevede la costruzione di una Monorotaia. Questa si diramerebbe da San Martino all’ Aeroporto di Sestri Ponente.

A Roma e’ prevista la costruzione di una Monorotaia della lunghezza di 8 km e circa 21 fermate con interscambio per la metropolitana.

A Bologna e’ prevista la costruzione di una Monorotaia di 5 Km dall’ aeroporto alla stazione ferroviaria, nelle stazioni verranno utilizzati anche pannelli solari.

LINKS

MonoRails

Link Utili

  • Disinformazione
  • Le Stragi di Stato
  • Eredità Scomoda
  • Tutto sui Parlamentari
  • La Mappa del Potere
  • Altro